Alternanza scuola lavoro

La legge 107/2015 modifica la struttura dell’Alternanza scuola-lavoro, che diventa obbligo di legge a partire dall’anno scolastico 2015/2016 per tutti gli studenti delle classi terze del secondo ciclo di istruzione, con una differente durata rispetto agli ordinamenti: 400 ore negli istituti tecnici e professionali e 200 nei Licei. L'alternanza scuola lavoro "ASL" diventa una modalità didattica.

L'obiettivo dell'ASL è l’acquisizione, da parte degli studenti, di competenze spendibili nel mercato di lavoro.

Le ore di Alternanza sono distribuite nel secondo biennio e nel quinto anno.

 

Modalità di alternanza:

Potrà essere svolta a scuola durante l'attività didattica, sia durante l'orario curricolare, sia durante quello extracurricolare.

Potrà essere svolta “durante la sospensione delle attività didattiche”

Potrà essere svolta come “impresa simulata”

 

Sicurezza sul lavoro

La formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro diventa fondamentale e avviene tramite "corsi rivolti agli studenti inseriti nei percorsi" sulla base delle disposizioni del D.Lgs. 81/2008. Si ricorda che il soggetto beneficiario di disposizioni promosse al fine di realizzare momenti di Alternanza fra studio e lavoro è equiparato alla figura del lavoratore, per quanto riguarda i diritti di tutela della salute e della sicurezza.

 

Esame di Stato

La Commissione dell’esame di Stato tiene conto nel colloquio del curriculum dello studente (“Le istituzioni scolastiche o formative rilasciano, a conclusione dei percorsi in Alternanza,  una certificazione relativa alle competenze acquisite nei periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro“).

 

L'alternanza all'Europa Unita

Qui di seguito alcuni esempi di come hanno affrontato il percorso alcuni studenti:

Storie di alternanza

Realizzazione di una moto per il record di velocità

 


Pubblicata il 06 febbraio 2018